comunicare

News

Istituzioni, associazioni e aziende insieme per combattere la crisi

Nuove modalità di collaborazione tra istituzioni, associazioni e aziende per combattere la crisi. Il comune di Sasso Marconi (provincia di Bologna), infatti, ha indetto un bando per aiutare e sostenere i lavoratori in difficoltà e allo stesso tempo supportare le imprese nella ricerca di figure professionali. Il bando, finanziato dal Fondo di Solidarietà del comune e promosso insieme alla CNA, è destinato a quei lavoratori usciti loro malgrado dal circuito produttivo e di difficile ricollocazione.

Le aziende che hanno aderito a questo progetto sono 15, alla ricerca di 27 tirocinanti da inserire in posizioni diverse. Si tratta di piccole e medie imprese che svolgono attività commerciale, artigianale, agricola, industriale con sede o attività a Sasso Marconi e nei comuni limitrofi, che si sono rese disponibili all’accoglienza di tirocinanti individuati dal Comune sulla base di un Bando pubblico e della tipologia di competenze che si desiderano acquisire.

Il tirocinio formativo è retribuito. Possono presentare la domanda di partecipazione al bando tutti i cittadini residenti a Sasso Marconi che si trovano in una delle seguenti situazioni:

  • giovani sotto i 29 anni in cerca di prima occupazione;
  • disoccupati a seguito “crisi economica” (perdita del lavoro negli ultimi due anni, cessazione misure di cassa integrazione, lavoratori in mobilità ecc.)
  • contratto a termine o atipico non rinnovato nel corso del 2013/2014 a causa della situazione aziendale con o senza ammortizzatori sociali;
  • lavoratore autonomo che ha cessato la propria attività (a condizione che l’attività abbia avuto una durata di almeno 12 mesi continuativi antecedenti la data di cessazione dell’attività).
  • Altre situazioni (che verranno valutate in subordine a quelle sopra enunciate).

La domanda di attivazione tirocinio in azienda potrà essere presentata entro il 30 aprile 2014. Prima dell’abbinamento dell’offerta di tirocinio con la domanda di tirocinio si procederà alla formulazione di una graduatoria stilata sulla base dei seguenti criteri:

  • Situazione di disoccupazione e “perdita del lavoro negli ultimi due anni” (fine cassa integrazione, chiusura azienda ecc.)
  • Età (priorità per coloro che hanno perso il lavoro e hanno più di 50 anni);
  • Situazione familiare (nucleo familiare con minori ecc.).
  • Ordine cronologico.

Leggi il bando.